home | dove siamo | contattaci | mappa del sito
   

Frasi celebri

FEBBRAIO 2009

Leonardo (raccontando una storia): "Ma per....."
Maestra: "Leonardo o ma o per"
Leonardo: ".. Oma."

Leonardo(raffreddato): "maestra dentro il naso ci ho le crostatine"

Leonardo: "tu sei sposata?"
Maestra: "No, non mi voglio sposare"
Leonardo: "E allora perch sei fidanzata?"

Leonardo: "Lo sai che Jonathan, quello monello, si bacia in bocca con la Silvia? Ma possibile? Quello pazzo!"

Alberto: "Maestra, io sai quanti fratelli ho? Tre. Io sono il quinto!

Alberto: "Maestra, quando coloro mi viene il singhiozzo e sbaglio"

Leonardo: "Dov' la mia vibrazione?" (L'autorizzazione)

Giorgio: "Sta quasi arrivando che mi devo tagliare i capelli"

Leonardo: "Maestra, ma Ercole nella gabbia ha la televisione?" (Ercole il cane della maestra)

Valerio: "Mio zio e mio nonno sono andati sulla moto e hanno perso i capelli"

Leonardo: "Lo sai che Federico quando dorme chiude gli occhi?"

Alberto: "Non che io decido i sogni. I sogni da soli si fanno!"

Alberto: "Lo sai che Paolo tornato ieri sera nottissima?"

Edoardo: "Pap mio deve comprare una macchina a sette posti. Due sono nel cofano per la nonna e il nonno"

Antonella: "Domani nevica!"
Federica (stupita): "Domani?"
Roberta: "Non vero, domani Sabato"

Roberta: "Maestra vero che le mamme danno da mangiare con l'ombellico ai bimbi che stanno nella pancia?
Stefania (sconvolta): "Noooooo, non veroooo. La mamma mia non me lo ha dato con l'ombelico!"

Alessandro: "I capelli servono per chiudere il cervello"
Carlo: "E la fronte serve per coprire le sopracciglia"

Giorgio: "Ci ho i puntini sulle gambe e vuol dire che sto diventando peloso"

Raffaele (dopo aver sentito le lamentele della maestra per il fidanzato che non vuole accompagnarla al cinema): "Io quando divento grande non mi sposo. Resto cos!"

Alberto: "Guarda maestra ho le strisce sul dito"
Maestra: "E come mai?"
Alberto: "Mi sono grattuggiato la mano"

Marina: "Il viola fussia. Non che il viola rosa!"

Alberto (dopo essere andato in bagno): "Ho visto un angioletto nella pip"
Leonardo (dopo aver chiesto pure lui di andare in bagno solo per la curiosit di vedere l'angioletto): "No, Alberto, non era un angioletto. Era un p di plastilina"

Alessandro: "Maestra i tuoi capelli sembrano molle, poi quando il parrucchiere ti taglia i capelli cadono a terra e fanno boing boing"

Carlo: "Lo sai che ai bimbi poverelli una cosa si pu dare. O due o tre"

Federica: "se fumi i polmoni diventano neri, se mangi di tanti colori"

Maestra (parlando dei ritratti): "Alzi la mano chi a casa ha un quadro con il volto di una persona"
Giorgio: "Io a casa ho un quadro, ma con tre persone: Topolino, Minnie e Pluto"

Leonardo (toccando il braccio della maestra): "Quante ossa che hai maestra"

Maestra: "Chiss quante corteggiatrici avrai da grande!"
Giacomo: "Lo so...Che ogni giorno mi guardo allo specchio sai?"

GENNAIO 2009

Federica: "Dopo la scuola cado in Francia!"
Maestra: "domani allora non verrai a scuola"
Federica: "Si"

Federica: "Da grande voglio fare un p la mamma, un p la parrucchiera, un p quella della farmacia"

Valentina (4 anni): "fra due mesi nasce il mio cagnolino"
Federica: "Quindi domani?"
Antonella: "Dalla pancia della mamma?"

Raffaele (4 anni): "Mio nonno ha i baffi verdi chiari chiari"

Alberto racconta una storia: "..Il corvo dice:- Non vedi che sono aghi di pino?"
Valentina: "E chi Pino?"

Leonardo: "Maestra, chi la tua amica del mondo?"

Leonardo: "Maestra la mamma mi ha regalato il pigiama e io l'ho pisciato tutto"

Vincenzo: "Anch'io quando sono diventato piccolo andavo alla scuola materna"
Maestra: "E ora dove vai?
Vincenzo: "Qua no?"

Maestra: "Mi dite una parola che inizia per "s"?"
Marina: "Ananasssssssss"

Maestra: "Che vuoi fare da grande? Cuoco, maestro, dottore, spazzino, ottico..."
Alberto: "Si, ma se queste cose sono tutte occupate?" (Gi i problemi di disoccupazione)

Leonardo (giocando con le costruzioni): "Questo un cavallo"
Valerio: "Nooooo, Non cos il cavallo!"
Leonardo: "Quello che pensi tu pensi tu, quello che penso io penso io"

Leonardo (il cell della maestra cade e si rompe): "Le cose che succedono le deve sistemare il fidanzato tuo! Dammi, te lo sistemo io"
Leonardo (dopo aver inutilmente provato a riparare il cell della maestra): "Me lo sistemi? POi io te lo accendo!"

Federica (arriva a scuola con un anello): "Maestra mi sono sposata"
Maestra: "E con chi?"
Federica: "Con pap"

Piero (5 anni): "Da grande faccio il pagliaccio"

Valerio: "Lo sai che i denti del nonno fanno la magia? Si tolgono!"

Alessandro: "Lo sai che la tua ombra come te?"

Leonardo: "Maestra, dov' la B di CANE?"

Alberto (scocciato): "La pioggia mi caduta in testa"

Leonardo: "Sai la mamma come chiama pap? Risciar Ghir"

Maestra: "Leonardo, ma le patatine le hai date ad Alessandro?"
Leonardo: "No no, gliele ho prestate per sempre"

Leonardo: "Tu te lo vedi "Tutti pazzi per amore"? "
Maestra: "No. Cos'?"
Leonardo: "Una fiscion. Alla mamma piace tanto. C' giulio, Riccardo, Paolo, il fidanzato di una signorina che ogni volta cambia sempre"

Alessandro: "Io da grande devo fare il presidente"
Valentina: "Io la maestra Valentina"

Federica: "La mia nonna ha vinto una tassa!"

Maestra: "Io voglio diventare piccolina. Come devo fare?
Leonardo: "Allora.. Primo: devi andare in osppdale dallo zio, ti devono fare crescere piccolina, ti mettono nella carrozza...
           ...non deve vedere nessuno che queste sono le cose dell'oppedale"

Leonardo: "Perch non mettete l'aria CONFEZIONATA?"

Valentina: "Maestra, Davide ha una moto verde grande"
Maestra: "Quanto grande?"
Valentina: "Media"

Alessandro: "Maestra io ho una tosse brutta"
Maestra: "Mmmmm....e come mai?"
Alessandro: "Perch bevo sempre Coca Cola"

Maestra: "Giorgio, racconta. Ieri sei andato dal dentista..."
Giorgio: "Si si! Ha fatto con il trapano dei piccoli, poi mi ha messo la plastilina nel dente.
Maestra: "E ti sei spaventato?"
Giorgio: "No no: Ho pianto moltissimo"

Valentina: "Che cos' l'oculista?"
Marina: "Il dottore che non fa niente" (nel senso che non fa piangere)

Leonardo (rivolgendosi a una sua compagna): "Un fidanzato devi scegliere, non due, sen impazziscono tutti"

Giorgio: "Maestra la H inizia per A"

DICEMBRE 2008

Maestra: "In Calabria c' un bellissimo mare, vero Vincenzo?"
Vincenzo: "E anche lo scoglio"

Federica: "Tu hai soldi maestra?"
Maestra: "Un pochettino"
Federica: "Io ce ne ho tanti, ch vado sempre in banca"
Federica: "In banca ci sono i dottori"
Antonella: "Che dici? I dottori all'ospedale stanno"
Maestra: "Ci sono tanti tipi di dottori. Lo sapete che anch'io sono una dottoressa? Ma non di quelle che fanno le punture"
Federica: "Di quelle che fanno le coccole?"

Federica: "Maestra, tu hai un pap dottore?
Maestra: "No"
Federica: "E fa le coccole?"

Leonardo (apre un panino con la bresaola): "Maestra, la mamma mi ha fatto il panino con il salame vecchio!

Leonardo: "Da grande voglio fare il musicista con la bici"

Giorgio: "Mi fa male il cervello"

Giorgio: "Quando pap mio gioca a carte con lo zio e perde dice: "Carogna!"

Alessandro: "Le vecchiette hanno l'ovatta nelle orecchie per sentire"

Maestra: "Dovete stare appiccicati"
Carlo: "Come le caramelle?"


Valerio (4 anni): "mio nonno si toglie i denti, poi si lava quelli spezzati, poi lava gli altri e li mette di nuovo in bocca" (Evidentemente il nonno ha la dentiera)

Giorgio: "Da grande voglio fare un signore che ha un negozio e che ha tanti soldini"

Leonardo: "Quel bambino ha fatto il monello perch ha briciolato tutte le briciole a terra"

Raffaele (4 anni): Oggi Natale"
Maestra: "Non oggi Natale, ma fra due giorni"
Raffaele: "No oggi perch la mamma ha detto che faccio il vaccino quando Natale"

Federica: "Maestra, ma il tuo pappagallo dorme da solo o gli canti la ninna nanna?"

Maestra: "Antonella, tu te lo ricordi Angelo?" (un ex compagno)
Antonella: "Una volta aveva vomitato sulla pasta"

Raffaele (4 anni): "Babbo Natale che venuto a casa mia, che non venuto dal camino, non aveva mangiato perch non aveva il pancione grande"

Maestra (rivolgendosi ad una collega): "Anna, lo vuoi il caff?"
Federica: "No grazie!"

NOVEMBRE 2008

Carlo: "Facciamo come quando uno si sposa e gli buttano IL SALE?"

Maestra: "Marina, mi dici una parola che inizia con la lettera "U"?"
Marina (5 anni): "L'uca"

Carlo: "Dentro le mani c' la carne"

Maestra: "C'era una volta un pescatore che viveva in una casa vecchia e brutta, in una catapecchia"
Roberta (5 anni): "Questa maestra non l'ho proprio capita"

Giorgio: "Maestra, lo sai che mi caduto un dente?"
Maestra: "Ah si? E vediamo"
Giorgio: "No, va b...mi ricresciuto"

Federica: "Quella bambina grossa"
Maestra: "Federica, non si dice grossa"
Federica: "GROSSINA!"

Vincenzo (3 anni): "Sono andato dalla zia che abita a NIMOLA"

Maestra: "Alberto, ma cosa hai fatto qui?" (riferendosi a un graffio sotto l'occhio)
Alberto: "Ehh..mi hanno graffiato"
maestra: "Chi?"
Alberto: "ehh.. un gatto...un cane..."

Carlo: "Maestra, posso andare in bagno"
Maestra: "Come si dice? Per......" (favore)
Carlo: "...per fare la pip"

Maestra: "Con cosa respirano i pesci?"
Giorgio: "Con il tubo!"

Clara (4 anni): "Maestra ti faccio una collana! La vuoi con i brillanti o rossa?"
Maestra: "Con i brillanti mi piace di pi"
Clara: "Eh no..non ce li ho i brillanti!"

Alessandro: "Io oggi devo mangiare tre piatti di pasta perch ieri non sono venuto a scuola"

Federica: "Maestra io mi voglio comprare una parrucca come la tua"

OTTOBRE 2008

Federica (5 anni): "Non ho fame perch stamattina, a scuola, per cena, ho mangiato i CEEALI"

Maestra: "Alessandro, ma tu stai sempre avanti! Sei grande!"
Alessandro (5 anni): "allora mi abbasso"

Leonardo (4 anni): "Per merenda ho i BRUMCHEIK" (i plumcheik)

Leonardo (4 anni): "L'altra volta mi sono fatto male e mi venuto il colore rosso"

carlo (4 anni): "Maestra io sono bravo. Sto colorando con i pastelli a matita"
Maestra: "Bravo Carlo!"
Carlo: "Veramente me li hanno tolti. Mi hanno svuotato tutto l'astuccio!"

Maestra: "Perch si fa un taglio sulle castagne prima di cuocerle?"
Giorgio (5 anni): "Per vedere se ci sono dentro le formiche"

Maestra: "Leonardo, a Roma sei andato con la macchina o con il treno?"
Leonardo: "Assolutamente a piedi" (Probabilmente si riferivava a come si mosso DENTRO Roma)
Carlo: "Maestra, lo sai che il mio pesciolino E'AFFOGATO?"

Maestra: "Come si dice quando un uomo non ha i capelli?"
Alessandro: "BRUTTO"

Maestra: "bambini oggi mi state facendo dei capolavori"
Tutti: "E che significa?"
Leonardo: "Un cavolo no?"

(Recitando una filastrocca tutti insieme...) Alessandro: "sembra una chiesa"
Valerio (4 anni) (rivolgendosi a un suo compagno): "Mi dai il giallo pi veloce?" (Il pennarello a spirito)

Giorgio: "Quando vado al mare mi metto il tubo, la macchera, e poi vado SOTTOMARINO"

SETTEMBRE 2008

Maestra: "Quale pesce ti piace?"
Leonardo (4 anni): "Quello con l'aceto BANSANICO"
Carlo (4 anni): "A me il pasce marino!"

Piero (5 anni): "Maestra, io la so fare la cinque" (la esse)

Maestra: "Bambini, date l'in bocca al lupo alla maestra!"
Marina (5 anni): "E ma che schifo!"

Leonardo: "Posso andare a fare UNA pip"?

Alessandro (5 anni): "Quando ero piccolo piccolo io ero morto"

Maestra: "Che cosa vuoi fare da grande?"
Emma (4 anni): "i compiti!"
Cristian (4 anni): "il guardiano delle pecore"
Antonella (5 anni): "Lavorare al pc"

Maestra: "Oggi la mestra ha indossato la gonna"
Giorgio (5 anni): "Perch... vuole fare la ballerina?"

Giorgio (5 anni): "Al circo ho visto un animale che PRUZZA"
Alessandro (5 anni): "io lo so come si chiama: PRUZZO" (lo stuzzo)
© 2009 Fondazione Moschettini
via C. Mariano, 3 - 73043 Copertino LE
p.i. 03423060759